Da Torino, una domanda: che cos’è Woodu?

Sei gruppi, tante manifestazioni di creatività e uno 'strano' progetto di remix dal vivo. Che idea!

21 settembre 2012

Di Chiara Papaccio

I Foxhound fra i componenti di Woodu?, Foto INRI

Un collettivo, un progetto musicale, un manifesto culturale, un artista a più teste, un inedito modo di remixarsi (e remixare): è queste cose e molto di più la misteriosa sigla Woodu? che domani sarà presente all’inaugurazione del nuovo campus universitario di Torino dopo essersi aggirata durante l’estate in numerosi appuntamenti live della penisola.

Il gruppo Woodu? è composto al momento di sei band dell’area torinese, fra le quali alcune nostre vecchie conoscenze: Foxhound, Garden of Alibis, Dropp, Grey Moquettes, Joybeat e Maniaxxx sono giovanissimi ma preparatissimi, e dietro il disegno di Woodu? non c’è solo l’idea di spingersi a vicenda per trovare ingaggi e, più in generale, visibilità. Fra le idee fiorite dal “super-supergruppo” c’è anche quella delWoodu? Mix: una sessione non stop di musica dove le sei band si mixano live. Difficile da seguire, come concetto? Forse, ma la sua esecuzione è molto affascinante.

Per questo ve la presentiamo di seguito, grazie a questo mini-documentario dove i componenti di Woodu? si presentano e dimostrano di non essere una creatura mostruosa. Al contrario, di qui passa qualche bella idea per il futuro della musica italiana…


Commenta la notizia

Notizie pi lette

Gallery foto

Gallery video